SOUNDTRACKS: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #

ARTISTS: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #


Music blog


Lyrics/song texts are property and copyright of their owners and provided for educational purposes only.

Fandango Lyrics by Ornella Vanoni 



Fandango by Ornella Vanoni


L’hanno chiamata consuelo pilar
consolazione dei draghi e delle
spugne dei bar
vent’anni e passa di fandango ubriaco
hanno sfregato le sue cosce
e la chitarra di Paco
ma quando getta la gonna al cielo
qualcuno ancora la segue in volo
qualcuno ancora tra vino e fumo
chiama proprio lei

balla gli occhi che non ridono
balla i giorni che non tornano
poi on ti dir? di no
per questo lei ? qui
a splendere per te
e non si chiede se le piaci proprio tu
piccolo uomo in pi?
povero Paco che ha gli occhi
un po’ malati
e ormai non vede pi? le corde
e i gesti dei maleducati
bisogna pur tirare avanti ed i
problemi ci sono
e gli ubriachi e i marinai non sono tanti

ma quando getta la gonna al cielo
qualcuno ancora la segue in volo
qualcuno ancora tra vino e fumo
chiama proprio lei
balla i sogni che si scordano
balla i passi che si perdono
balla e non si chiede se
sar? sempre cos?
e ride insieme a te
e forse pensa che le piaci proprio tu
piccolo uomo in pi?
balla i passi che non tornano
balla gli occhi che si scordano