» » »

Gabriele D'annunzio Lyrics

Gabriele D'annunzio by Ivan Graziani  

CD  ·  DVD  ·  Sheet music


Gabriele D'annunzio Gabriele ha il naso a tubo di stufa e le calze le cambia a Natale. Lavarsi non serve e il maschio ne perde, ? la sua teoria. Lui lustra le scarpe la domenica solo per la santa funzione e spia le mogli degli altri all’acquasantiera. Gabriele ? uno schiavo dei porno - libretti e a casa rinnova un suo rito lui stende sul letto le donnine di carta poi le chiama per nome: "Amore, tesoro, dolcezza mia bella, Sandrona la sexy! " Poi si butta per terra, piangendo la sua disperazione. Dopo otto ore di zappa la voglia di amare gli scoppia nel cuore no, non ? bello in campagna e a parte le bestie ? meglio il cappotto e di corsa al Parco Sempione. Gabriele ha sposato la vedova Ricci una donna di novantadue chili lei lo picchia ogni sera con il nerbo di bue e gli mette il tacco sul collo poi lo chiama tesoro, dolcezza mia bella, Gabriele D’Annunzio. Poi si butta per terra piangendo la sua disperazione.



CD  ·  DVD  ·  Sheet music
Comments

comments powered by Disqus